Presentazione del libro “Storie di Amore e Psiche” – Bras Cafè, Palazzo Braschi – Roma

Bras Cafè, Palazzo Braschi – Roma
Piazza San Pantaleo N° 10 e Piazza Navona N° 2

In occasione dell’ incontro : “Amore e Psiche tra l’Africa e l’Oriente”

Intervengono :
Anna Maria Zesi, curatrice del libro “Storie di Amore e psiche”
Valentina Pasquazi, L’Asino d’oro edizioni
Letture di Angela Antonini

scheda del libro:

Annamaria Zesi

Storie di Amore e Psiche.

19 versioni della storia d’amore più antica del mondo.
Con una favola tradotta da Andrea Camilleri.

Nel grande flusso di storie orali che hanno attraversato millenni e spazi grandissimi, Annamaria Zesi ha scelto di raccogliere 19 varianti della favola di Amore e Psiche, forse la storia d’amore più antica del mondo.
L’intreccio contenuto in ognuna di queste storie, provenienti da epoche e aree geografiche diverse – dalla Germania all’India, dalla Scandinavia al Tibet, dalla Siberia all’Africa – varia moltissimo nei particolari, ma conserva una struttura e un andamento comune: in un modo o nell’altro, una ragazza va in sposa a un essere misterioso. Spesso lo sposo è uomo di notte e animale di giorno, comunque non è dato vederlo nelle sue vere spoglie, né indagare sulla sua vera identità. La ragazza ama l’insolito e sconosciuto amante ma infrange, complici parenti invidiosi, il patto segreto: brucia troppo presto la pelle d’animale di cui lo sposo si spoglia ogni notte, ne spia di nascosto le fattezze alla luce di una lucerna, insiste per conoscere il suo nome o, come Semele con Zeus, la reale potenza. In un lampo lo sposo sparisce. La felice vita notturna degli amanti è interrotta. La ragazza dovrà attraversare diverse e difficili prove per riconquistare l’amore perduto.
Pur con colori, linguaggi, personaggi e motivi diversi, ogni storia racconta nient’altro che l’eterno rapporto naturale, di amore e scontro, tra un uomo e una donna.
Andrea Camilleri reinterpreta, nel suo originalissimo siciliano, una variante raccolta nel 1875 a Palermo da Giuseppe Pitrè.

Il volume
L’introduzione: La curatrice traccia una rapida storia del percorso semantico del termine psychè e dell’immagine di Psiche nella letteratura e nell’iconografia antica. Riassume inoltre il dibattito critico sulla favola di Amore e Psiche vivo dalla metà Ottocento ai giorni nostri.
Note e commenti ai testi: un apparato pensato dalla curatrice che raccoglie indicazioni bibliografiche, notizie storiche e curiosità sulle singole favole.

maggiori informazioni qui:
http://www.lasinodoroedizioni.it/eventi/23/amore-e-psiche-tra-l-africa-e-l-oriente

Riprese e trasmissione internet prodotte da Associazione Culturale Amore e Psiche

Realizzazione tecnica MawiVideo

 

seleziona una categoria, un anno o inserisci una parola chiave e poi clicca su "cerca" per visualizzare i risultati